La recente Delibera del CIPE [1] e il Comunicato Stampa TELT, entrambi del 21 marzo 2018, hanno incitato i media a scrivere (cfr. per es. La Repubblica Torino 21.3.2018) che la costruzione del tunnel di base del Moncenisio di 57 km, “già iniziata” in Francia, possa ora essere avviata anche in Italia. Crediamo sia opportuno analizzare e commentare queste informazioni, per meglio inquadrare la situazione. Le due frasi contenute nel

Continua a Leggere...

MOVIMENTO NO TAV – 9 marzo 2018 Olimpiadi invernali 2026 NESSUNO può permettersi di ripetere gli errori del passato Sembra che la Sindaca torinese Chiara Appendino, subendo ancora una volta le pressioni dei poteri forti torinesi meglio noti come “Sistema Torino”, si stia lasciando convincere a dare parere favorevole alla candidatura di Torino per le Olimpiadi invernali 2026. A lei riteniamo doveroso lanciare un appello. Anzi un’allerta, perché siamo “lanceurs d’alerte”

Continua a Leggere...

Rendiamo il giusto riconoscimento al giornale il fatto quotidiano e al giornaslista Andrea Giambartolomei per aver pubblicato lunedì 5 marzo 2018 un ottimo articolo (*) che ha ben utilizzato le dettagliate informazioni contenute nei nostri recenti Comunicati Stampa e interlocuzioni con i media pubblicati nel nostro sito. Abbiamo segnalato con delle note un paio di inesattezze pronunciate dall’attuale e dal precedente Commissario Straordinartio del Governo che evidentemente” non sono in

Continua a Leggere...

Rendiamo il giusto riconoscimento al giornale il manifesto e al giornaslista Maurizio Pagliassotti per aver pubblicato sabato 3 marzo un ottimo articolo (*) che ha ben utilizzato le dettagliate informazioni contenute nei nostri recenti Comunicati Stampa e interlocuzioni con i media pubblicati nel nostro sito. (*) Val Susa. La questione della ripartizione dei costi della Torino-Lione rimane anche dopo aver appurato ufficialmente, tramite un documento governativo, che tutte le previsioni

Continua a Leggere...

il manifesto Mauro Ravarino  Edizione del 03.03.2018  Pubblicato 2.3.2018, 23:59 L’inchiesta «È tragicomico leggere che toccherà agli storici del futuro giudicare se sia giusta o sbagliata la decisione di realizzare la Torino-Lione. Significa che qualcosa sta crollando, che spuntano crepe nel sistema … Intervista Parla il docente di Fisica al Politecnico di Torino, della Commissione tecnica che supporta l’Unione Montana della Valle Susa e il comune di Torino È tragicomico leggere

Continua a Leggere...

Maurizio Crozza ha così commentato il 26 gennaio a Che tempo che fa: “Noi italiani siamo famosi nel mondo per la capacità di pianificazione. Prendi la TAV Torino-Lione, pianificata da più di trent’anni. Oggi da un documento ufficiale della Presidenza del Consiglio è venuto fuori che non serve a niente. Il traffico merci previsto è dieci volte inferiore a quello che ci si aspettava. Si pensava che servissero centinaia di

Continua a Leggere...

LA NUOVA LINEA FERROVIARIA TORINO-LIONE: RIAPRIRE IL CONFRONTO http://controsservatoriovalsusa.org/ Dopo trent’anni di proclami e di progetti il TAV Torino-Lione è ancora ai blocchi di partenza, essendo state realizzate solo alcune opere preparatorie, anche se «l’avvio dei lavori definitivi della sezione transfrontaliera» è stato autorizzato dal Parlamento che ha ratificato precedenti accordi tra Italia e Francia. Nel frattempo molte cose sono cambiate. La linea originariamente programmata è diventata un semplice “asse

Continua a Leggere...