“L’Italia è al 52° posto nella libertà di stampa” Ringraziamo l’ANSA che ha dato la notizia[1]. Ma libertà per chi ? Libertà per la gente di comprare un giornale in edicola ? Libertà per le imprese di fare pubblicità sui giornali ? Libertà per … di comprare il silenzio, la disinformazione, la manipolazione ? Chi sono i beneficiari di questa libertà illegale ? Normalmente dovrebbero essere i giornalisti a scovarli

Continua a Leggere...

2017-07-29-le-dl-grand-projet-letat-freine-le-lyon-turin Pubblichiamo per la comprensione della “pausa” francese alcuni articoli di vari media francesi, le audizioni della ministra Elisabeth Borne all’Assemblea Nazionale e al Senato, estratti dalla legislazione francese.   Il primo articolo è importante  in quanto illustra l’obiettivo delle Assise della Mobilità e le conseguenti decisioni del Governo francese. http://www.ville-rail-transports.com/lettre-confidentielle/assises-mobilite-elisabeth/ 20 Juillet 2017 Lettre confidentielle , Mobilité , Politique , Assises de la mobilité Assises de la mobilité : Elisabeth

Continua a Leggere...

Chantier STX Le ministre italien Calenda devant l’annonce de la nationalisation française se met en colère avec le ministre Bruno Le Maire: « Il n’y a aucune perspective pour l’acceptation par l’Italie du 50%, moins de ce qu’ils avaient les coréens, c’est une question de respect et de dignité. Nous ne bougerons d’un millimètre et nous ne le ferons pas mardi 31 juillet. Et ce sera bon pour la France,

Continua a Leggere...

Cantiere STX Il ministro Calenda di fronte alla nazionalizzazione francese si arrabbia con il ministro Bruno Le Maire: “Non c’è verso che noi accettiamo il 50%, ovvero meno di quello che avevano i coreani, è una questione di rispetto e di dignità. Non ci muoviamo di un millimetro e non lo faremo martedì. E questo farà bene alla Francia perché deve capire che nazionalizzare è sbagliato”.[1] Fincantieri ha acquistato a

Continua a Leggere...

Torino-Lione: un progetto inutile La Francia venerdì 28 luglio 2017 consegna all’Italia la “Dichiarazione di pausa” Il Movimento No TAV, che da 28 anni chiede l’abbandono del progetto, prende pacatamente nota e prosegue nell’opposizione I fondi nazionali ed europei dovranno ora essere indirizzati verso politiche alternative di mobilità Venerdì 28 luglio Elisabeth Borne, la ministra dei trasporti francese comunicherà a Roma al suo omologo italiano Graziano Delrio, la decisione del

Continua a Leggere...

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Gentile Direttore de La Repubblica, e, p.c. : Egr. Sig. Sergio Chiamparino – Presidente della Giunta Regionale del Piemonte Lettera Aperta - La Francia deve chiarire la sua posizione sulla Torino-Lione: ha un margine di ambiguità e non va bene. Nell’articolo apparso oggi su La Repubblica – Torino la giornalista Maria Chiara Giacosa riporta che il Presidente della Giunta Regionale del Piemonte  Sergio

Continua a Leggere...

Le dimissioni del generale Pierre de Villiers, un esempio da seguire dai capi di TELT Ci aspettiamo che dopo l’annuncio della pausa di riflessione francese sulla Torino-Lione, i capi di TELT, i Legionari d’Onore Hubert du Mesnil e Mario Virano, con uno scatto d’orgoglio in difesa delle loro idee, diano le dimissioni come ha fatto il capo di stato maggiore dell’esercito generale Pierre de Villiers di fronte alla riduzione delle

Continua a Leggere...

https://reporterre.net/La-ministre-des-transports-Elisabeth-Borne-On-fait-une-pause-sur-le-Lyon-Turin La ministra dei trasporti Elisabeth Borne : “Si fa una pausa sulla Torino-Lione”. 19 luglio 2017 / Intervista con Elisabeth Borne

Continua a Leggere...