Dalla Sentenza del Tribunale Permanente dei Popoli :

… “sembra dimostrare l’esistenza di un modello consolidato di comportamento nella gestione del territorio e delle dinamiche sociali” per la realizzazione delle grandi opere … “i governi sono al servizio dei grandi interessi economici e finanziari, nazionali e sovranazionali e delle loro istituzioni nel disporre senza limiti né controllo dei loro territori e delle loro risorse: si ignorano totalmente le opinioni, gli argomenti, ma ancor più il sentire vivo delle popolazioni direttamente colpite. ”.

Le misure di mitigazione e di compensazione

Con “misure di mitigazione” si intendono diverse categorie di interventi:
- le vere e proprie opere di mitigazione, cioè quelle direttamente collegate agli impatti (ad esempio le barriere antirumore);
- le opere di “ottimizzazione” del progetto (ad esempio le fasce vegetate);
- le opere di compensazione, cioè gli interventi non strettamente collegati con l’opera, che vengono realizzati a titolo di “compensazione” ambientale (ad esempio la creazione di habitat umidi o di zone boscate o la bonifica e rivegetazione di siti devastati, anche se non prodotti dal progetto in esame).

NUOVO COLLEGAMENTO FERROVIARIO TORINO-LIONE

OPERE COMPENSATIVE DI PRIORITÀ 2

ECCO I 24 PROGETTI

La Giunta dell’Unione Montana con Atto n. 36/2022 del 19 luglio 2022 ha deliberato, cfr. qui il documento:

1) STIGMATIZZA il fatto che opere di salvaguardia del territorio i cui costi vanno ben oltre le risorse finanziarie dei bilanci comunali e, quindi, per essere realizzate devono essere sostenute da erogazioni provenienti dalle diverse articolazioni statali e regionali, siano assoggettati alla realizzazione della nuova linea ferroviaria ad alta velocità;
2) ESPRIME VICINANZA alle Amministrazioni comunali e in particolare con i Sindaci, responsabili in prima persona nell’ambito della protezione civile, che si trovano nella necessità di acquisire i finanziamenti per opere utili e prioritarie per la protezione del territorio e nell’ambiguità di accettare finanziamenti legati alla nuova linea ad alta velocità di cui non riscontrano utilità e segnalano danni al territorio, alla sostenibilità ambientale.


La Decisione delle compensazioni per la Torino-Lione

Misure di accompagnamento, cfr. a pagina 6 della Delibera CIPE n. 67/2017 – Gazzetta Ufficiale 24 gennaio 2018  Serie generale n. 19

- 32,13 milioni di euro per le opere «di priorità 2», già comprese nella quota a carico dell’Italia costo complessivo dell’opera di 8.609,7 milioni di euro in valuta gennaio 2012;

- che, ai sensi dell’art. 165, comma 3, del citato decreto legislativo n. 163/2006, l’importo per eventuali opere e misure compensative dell’impatto territoriale e sociale strettamente correlate alla funzionalità dell’opera non dovrà essere superiore al due per cento dell’intero costo dell’opera;

- che nel caso in esame, essendo la quota a carico dell’Italia del costo dell’intera opera, al netto dell’importo già destinato alle misure di accompagnamento di 32,13 milioni di euro, pari a 4.947,46, il limite di spesa per opere e misure compensative dell’impatto territoriale e sociale è pari a 98,95 milioni di euro;

D.D. 10 febbraio 2021, n. 376 – Opere e misure di accompagnamento di priorità 2 al progetto della ”Nuova linea ferroviaria Torino-Lione”, di cui alla Delibera CIPE 67/2017 – CUP C11J05000030001. Approvazione dello schema di Convenzione da sottoscrivere con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, FS, TELT, e Regione Piemonte per regolare i rapporti e le modalità di erogazione delle risorse statali.

Pagina 7 , (citazione dalla Delibera del CIPE 67/2017) … le suddette opere e misure compensative saranno strettamente correlate alla funzionalità dell’opera, hanno altresì garantito l’impegno, per quanto riguarda l’individuazione delle misure di accompagnamento, a trasmettere il relativo programma non appena concluso il processo di condivisione con i soggetti partecipanti all’Osservatorio per l’asse ferroviario Torino-Lione, nonché che tale programma sarà coerente ed allineato al cronoprogramma dell’opera”.

Pagina 11, punto 6. Le opere e le misure compensative di cui alla presente convenzione dovranno essere completate entro tre anni dall’apertura all’esercizio della “Nuova linea ferroviaria Torino-Lione” ovvero entro un anno la riconsegna delle aree di cantiere da parte di TELT.

Pagina 11, Art. 4 – Modalità di trasferimento dei finanziamenti. Questo articolo precisa la tempistica e le modalità del trasferimento delle compensazioni.

Torino-Lione: al Piemonte 32 milioni di euro per opere di tutela ambientale e sociale. Approvata la Convenzione tra Mims, Fs,Telt e Regione

Nuova linea ferroviaria Torino-Lione – Sezione internazionale Parte comune italo francese – Sezione transfrontaliera – Parte in territorio Italiano CUP C11J05000030001 CONVENZIONE per regolare i rapporti inerenti all’attuazione e la realizzazione delle misure di accompagnamento al progetto della “Nuova linea ferroviaria Torino-Lione”, di cui alla Delibera CIPE 67/2017 – Lotto Costruttivo 1 – opere compensative di priorità 2, nonché il trasferimento delle risorse. TRA MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI, FS, TELT e REGIONE PIEMONTE

D.D. 29 marzo 2022, n. 829 - Approvazione dello schema di convenzione da sottoscrivere con il Comune di Gravere per regolare i rapporti inerenti l’attuazione e la realizzazione degli interventi di cui alla Delibera CIPE 67/2017 – Lotto Costruttivo 1 – opere di priorità 2 della Nuova linea ferroviaria Torino- Lione – CUP C11J05000030001

D.D. 11 aprile 2022, n. 948 – Approvazione dello schema di convenzione da sottoscrivere con il Comune di Salbertrand per regolare i rapporti inerenti l’attuazione e la realizzazione degli interventi di cui alla Delibera CIPE 67/2017 – Lotto Costruttivo 1 – opere di priorità 2 della Nuova linea ferroviaria Torino-Lione – CUP C11J05000030001.

Documentazione Istituzionale

Schema di contratto di programma tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A. e Tunnel Euralpin Lyon Turin S.A.S. (TELT) Atto del Governo 221

Atto del Governo: 221 – Schema di contratto di programma tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Ferrovie dello Stato italiane Spa e Tunnel Euralpin Lyon Turin (TELT) Sas per il finanziamento, la progettazione e la realizzazione della sezione transfrontaliera della parte comune della nuova linea ferroviaria Torino-Lione (221)

 

DELIBERA CIPESS 15 febbraio 2022 – Nuova linea ferroviaria Torino-Lione. Sezione internazionale – Parte comune italo-francese – Sezione transfrontaliera. Approvazione rimodulazione lotti costruttivi n. 3, n. 4, n. 5, e autorizzazione lotto costruttivo n. 4 ai sensi della legge 23 dicembre 2009, n. 191, art. 2, comma 232, lettere “B” e “C” e comma 233 modifica prescrizione n. 9 della delibera CIPE n. 39 del 2018 (CUP C11J05000030001C). (Delibera n. 3/2022). (22A01715)

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E LO SVILUPPO SOSTENIBILE

Delibera:

1. … è autorizzato l’’avvio della realizzazione del lotto costruttivo n. 4 «Opere all’’aperto Italia», dal costo di competenza italiana pari a 414,68 milioni di euro e approvata la rimodulazione dei lotti costruttivi n. 3, n. 4 e n. 5 con invarianza del limite di spesa, riportato al successivo punto 2.

2. È confermato il limite di spesa dei cinque lotti costruttivi dell’’opera incluse le ulteriori opere compensative, per la parte di competenza italiana, pari a 5.631,46 milioni di euro in valuta corrente, di cui 5.574,20 milioni di euro per il costo rivalutato fino a completa realizzazione dei 5 lotti costruttivi e 57,26 milioni di euro per le ulteriori opere compensative.

eccetera.

OTIPIEMONTE Torino-Lione 16 settembre 2021 : al Piemonte 32,13 milioni di euro per opere di tutela ambientale e sociale Approvata la Convenzione tra Mims, Fs,Telt e Regione (cfr. a pagina 21:  Il Sistema Nazionale Integrato dei Trasporti (SNIT) Direttrici ferroviarie)

Roma, 16 settembre 2021 – Disponibili per la Regione Piemonte 32,13 milioni di euro per opere e interventi di tutela e valorizzazione paesaggistica, ambientale e sociale, correlati alla realizzazione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione. Si è infatti conclusa oggi la procedura di approvazione della Convenzione tra il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims), Ferrovie dello Stato italiane Spa, la società Tunnel Euralpin Lyon Turin (TELT) che sta costruendo la nuova linea ferroviaria e la Regione Piemonte, che stabilisce le modalità di realizzazione delle opere compensative dell’impatto territoriale e sociale, e le modalità di trasferimento dei finanziamenti. La Convenzione firmata oggi sarà recepita in un decreto ministeriale e diventerà pienamente efficace dopo la registrazione da parte della Corte dei Conti. Subito dopo, la Regione Piemonte beneficerà di una anticipazione delle risorse pari al 30%. La Convenzione permetterà di realizzare gli interventi contenuti in un elenco condiviso con i Comuni e gli Enti territoriali interessati all’infrastruttura. Si tratta di un insieme definito ‘Opere di priorità 2’ che fa seguito all’elenco ‘Opere di priorità 1’ per il quale sono già stati erogati oltre 3,2 milioni di euro e attualmente è in corso di perfezionamento il pagamento di ulteriori 2,8 milioni. Complessivamente il primo elenco prevede interventi per oltre 9,5 milioni di euro. Le opere oggetto della Convenzione interessano i Comuni di Meana, Gravere, Chiomonte, Salbertrand, Giaglione, Exilles, Bussoleno, Cesana, Mompantero e Venaus e sono state classificate in quattro grandi ambiti: smart economy (sviluppo e incentivazione delle attività economiche); smart economy (sviluppo e incentivazione delle attività economiche); smart mobility (connettività materiale e info-telematica, contributi digitali contro l’abbandono della montagna e del territorio agricolo); smart energy (risparmio energetico e fonti rinnovabili): smart environment (salvaguardia, riqualificazione, messa in sicurezza del territorio).

Delibera CIPE 67/2017 Torino-Lione: Costi aggiornati al 2017 – L’Italia pagherebbe il tunnel 286,9 milioni di Euro al km – Asimmetria dei costi tra Italia e Francia – Mappa Progetto

Documentazione Media

LUNA NUOVA Compensazioni TAV: in arrivo 32 milioni di euro – 30 Settembre 2021 Trasferimento dei fondi statali, firmata la convenzione tra i vari enti. In elenco 24 progetti per i comuni di media e alta valle Susa

I fondi delle compensazioni TAV si avvicinano a destinazione: giovedì 16 settembre 2021 è stata infatti sottoscritta la convenzione tra Ministero delle infrastrutture e delle mobilità sostenibili, Ferrovie dello Stato, Regione Piemonte e TELT per dare avvio al trasferimento dei 32 milioni 129mila 919 euro di risorse statali stanziate per il finanziamento delle cosiddette “opere e misure di accompagnamento di priorità 2” collegate al progetto della Torino-Lione, tratta transfrontaliera. La comunicazione scritta ai 17 comuni interessati è datata giovedì 23 e arriva dal prefetto di Torino Claudio Palomba, in qualità di presidente dell’Osservatorio, e dall’assessore regionale alle infrastrutture e ai trasporti Marco Gabusi: il programma è quello definito al tavolo dell’Osservatorio…

Ferrovie.Info: Torino-Lione  – Opere di accompagnamento TAV, pronta la convenzione per la realizzazione degli interventi -

La Giunta della Regione Piemonte ha approvato i criteri della Convenzione per le opere di accompagnamento di ‘priorità 2’ da sottoscrivere tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Regione Piemonte, TELT e FS per regolare i rapporti e le modalità di erogazione delle risorse.

L’elenco delle opere comprende 24 interventi nei Comuni lungo il tracciato italiano della tratta transfrontaliera della Tav per un valore complessivo di 32.129.919 euro.

«Abbiamo lavorato con impegno per compiere un passo importante che consentirà alle amministrazioni locali di procedere immediatamente con la progettazione e l’avvio delle opere senza dover attingere dai bilanci comunali, perché abbiamo ottenuto che venga anticipato il 30% – sottolinea il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio -. Adesso andiamo avanti e continuiamo a lavorare per portare sul territorio l’ultima tranche da 56 milioni di euro».

Le linee di indirizzo approvate confermano, innanzitutto, che gli interventi oggetto della convenzione potranno essere rimodulati e che, in caso di revisione, le nuove opere e misure compensative dovranno essere strettamente correlate alla funzionalità dell’Opera e non delocalizzabili e dovranno tenere conto del divieto di finanziare spese correnti con entrate in conto capitale, fermo restando la facoltà di proporre progetti integrati più articolati in cui le spese correnti contribuiscano sensibilmente al raggiungimento dell’obiettivo.

«Dopo i primi 10 milioni per le opere di accompagnamento – sottolinea l’assessore ai Trasporti e Infrastrutture della Regione Piemonte Marco Gabusi – finalmente vediamo la partenza di questo secondo blocco di interventi per un importo tre volte superiore. Come ho sottolineato ieri durante l’audizione alla Camera, ci troviamo ancora in assenza di un Commissario per la Tav, ma fortunatamente dopo molti mesi è stato nominato il Presidente dell’Osservatorio, con l’obiettivo proprio di seguire l’iter delle opere di accompagnamento. Nonostante le richieste spesso inevase, noi andiamo avanti e lavoriamo per assicurare al territorio quegli elementi di sviluppo che le amministrazioni comunali aspettano da tempo».

«Un atto rilevante – sottolinea l’assessore alle Attività Economiche e Produttive Andrea Tronzano – che dimostra l’impegno continuo della Regione per portare avanti le istanze degli amministratori locali e, al tempo stesso, dare continuità a opere utili per lo sviluppo socioeconomico del territorio attraversato dalla Tav».

Con la sottoscrizione della convenzione la Regione Piemonte prenderà impegni precisi. Dovrà infatti sovrintendere e garantire che le eventuali rimodulazioni degli interventi siano coerenti con i criteri approvati. Potrà inoltre gestire in piena autonomia, sentito il Presidente dell’Osservatorio per l’asse ferroviario Torino-Lione, le attività per l’eventuale rimodulazione, sempre nel rispetto dei criteri indicati.

Sarà poi compito della Regione inviare agli altri soggetti sottoscrittori, la relazione annuale di “Attuazione delle misure di accompagnamento dell’Opera”, per le finalità di adempimento informativo da rendere al CIPE. E sempre in tema di comunicazione spetterà alla Regione assicurare nei confronti del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti il flusso delle informazioni per il monitoraggio dell’avanzamento degli interventi. Sarà, infine, la Regione a trasmettere al Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti, le rendicontazioni delle spese sostenute dai soggetti attuatori, ai fini delle richieste al Ministero dell’erogazione delle risorse.

La convenzione dovrà prevedere che le risorse ministeriali previste vengano erogate alla Regione Piemonte oppure, su indicazione di quest’ultima, direttamente ai soggetti attuatori.

Ufficio Stampa Regione Piemonte – 5 giugno 2021 – Torino-Lione: sbloccati 32 milioni per le opere di accompagnamento

 

TAV, il sindaco di Chiomonte: “Finalmente arrivano i finanziamenti per le opere di compensazione – 17 marzo 2022”

Comunicato Stampa Regione Piemonte  10 marzo 2022 - TORINO-LIONE. IN ARRIVO OLTRE 14 MILIONI PER 11 INTERVENTI NEL COMUNE DI CHIOMONTE

LAGENDA 10 giugno 2022 - La giunta della Regione Piemonte approva 24 interventi di compensazioni della Tav in Valsusa: 32 milioni di euro

Analisi politico economica

18 giugno 2009 – L’Osservatorio per il collegamento ferroviario Torino-Lione come case-study sulla democrazia e sul dissenso, di Alessandra Algostino

15 dicembre 2016 – Gli strumenti dell’egemonia neoliberista – La global economic governance, di Alessandra Algostino